Da Terracqua (Terra d’ulivi edizioni, 2016)

 

dalla Prima Parte

ora il mare chiama con la vastità larga
di un grembo, le onde altissime
qualcosa che preme a venire fuori
una terra lavica nera come una madonna
dipinta ai crocevia e c’è un’aria greve
un carro d’aria protesa
un luogo raccolto dove il tempo apre
in un abisso la sua pupilla
alla fragile creta, al fuoco
una creatura concepita in molte notti
senza il conforto della luna
ma se solo tu potessi darle un nome
allora qui raggiungimi, nello sposalizio
che la tempesta benedice
anche senza cielo il velo è d’alga
le labbra di madrepora sfiorano le navi
con un bacio
i fiori per la sposa giacciono in fondo
distese brulicanti di anemoni
fanno una corolla nuziale

*

dalla Seconda Parte

quella linea d’ala, giuro, è arrivata
dopo che m’ero vestita di piume d’uccello
ero terra e nuvole a vista d’occhio
corrente ascensionale d’acqua
una vertigine intagliata sulla pelle
il becco, da subito ha preso
una natura propria, solitaria
evasa da consuetudini
a volte si muove, a mia insaputa
punta in alto, ad un parto di cielo
con dietro una cometa
niente è più come prima
nel mio corpo di donna, ora che
la bellezza ha scoperchiato il vaso
racchiuso nello sterno

*

dalla Terza Parte

rimaniamo indelebili
a noi stessi fino a ripetere
tutte le nostre prime volte
come sere a caso

e come sere le finestre
hanno il bianco dei gelsomini
a pochi passi da quell’amore
a dismisura che a volte siamo

ci ripara l’imbrunire improvviso
dopo l’amore, una vestizione rituale
che è solo della terra
quando si bagna d’estate

unica misura è quel chiarore
sulla fronte, una luna traversa
l’attimo che precede l’amore

 

 

Mirella Crapanzano(Agrigento 1959) è pittrice e poeta.  Sue poesie sono presenti in diverse antologie, riviste e in numerosi siti e blog di letteratura. Tra le sue pubblicazioni: Le stanze del fiore nero (LietoColle 2014) e Terracqua (Terra d’ulivi edizioni 2016), con la quale ha vinto il primo premio Castello di Prata Sannita L’Iguana, dedicato a Maria Ortese, per la poesia edita 2017.

(Visited 76 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *