Poesia del nostro tempo presenta l’Archivio virtuale de L’Italia a pezzi. Antologia dei poeti italiani in dialetto e in altre lingue minoritarie.
Ombretta Ciurnelli è nata nel 1947 a San Martino in Campo (PG) e vive da molti anni nel capoluogo umbro, a Perugia, dove si è laureata in Lettere Moderne e ha insegnato materie letterarie nei licei scientifici. Nel dialetto perugino ha pubblicato i seguenti libri: Badarellasse ncle parole, abbecedario di acrostici (contenente un CD con voce recitante, Guerra Edizioni, Perugia 2007); L’arcontastorie (contenente un CD con voce recitante, Guerra Edizioni, Perugia 2008); Si curron le formiche (Guerra Edizioni, Perugia 2010); La città del vento (Edizioni Cofine, Roma 2013).
 
da Badarellasse ncle parole. Abbecedario di acrostici
Orèllo
Ò provèto a capì quant’éva granne
Ritta gni la facevo a v(e)déllo tutto
Èva siguro n pòsto senza fine.
Lassò che j antre gissero ntól mezzo
L mi orèllo me pareva già abastanza
Oltra de nn’artrovamme évo temenza.
Angolo (letteralmente orlo).// Ho provato a capire quanto fosse grande / in piedi non ce la facevo a vederlo tutto / era sicuramente un luogo senza fine. / Lasciai che gli altri andassero nel mezzo / il mio angolo mi sembrava già abbastanza / oltre avevo timore di di non ritrovarmi.
Vissuto ed esistenza incontrano la coralità di un mondo, in L’arcontastorie, una rievocazione fascinosa per stile (lunghe sequenze di novenari distesi e strutturati in lasse di terzine) e implicata per i riferimenti etnografici,
memoriali e sociali: una narrazione che è, di fatto, una rappresentazione, non priva di ironie, epico-corale, aneddotica e al contempo favolistica, del proprio orizzonte di riferimento.

(Visited 14 times, 1 visits today)