Poesia del nostro tempo presenta l’Archivio virtuale de L’Italia a pezzi. Antologia dei poeti italiani in dialetto e in altre lingue minoritarie.
Gianluca D’Annibali, nato a Fermo nel 1981, vive a Porto sant’Elpidio. Dopo il diploma di maturità, ha frequentato la facoltà di Lettere Moderne. Scrive sia in lingua italiana che in dialetto. In lingua italiana ha pubblicato nel 2007 la silloge Il Passo Lento Dell’Acqua contenuta nell’antologia Giovani Poeti Leggono…Carlo Antognini edita dalla Pequod. Nel 2009 ha pubblicato il libro di poesie Sulla Riva Del Foglio con la casa editrice L’Orecchio Di Van Gogh e nel 2014 la raccolta A pochi pensieri dalla riva con l’editore Italic Pequod. In dialetto ha pubblicato nel 2010, la raccolta di poesie Come ll’acqua ’ndorno a ’n zassu, edita dalla Pequod e presente nel libro Poesia Neodialettale scritto insieme al poeta Francesco Gemini.
 
da Come ll’acqua ’ndorno a ’n zassu
La nebbia
La matina
la nebbia su la strada se tè’ vassa,
striscenne ’gni tando àza la coccia:
a le porte e a le finestre vussa,
ma pó’ dendro le case nó’ bbòcca…
E mendre che ’ttraerso ’ste stradelle,
penzo che je ’ssumiglio, che pur’io,
se ciaéssi conzistenza de noèlle,
dendro la vita dell’atri
forse non ce bboccherìo.
La nebbia.// La mattina / la nebbia sulla strada si tiene bassa, / strisciando ogni tanto alza la testa: / alle porte e alle finestre bussa, / ma poi dentro le case non entra… // E mentre attraverso queste stradine, / penso che le assomiglio, che anche io, / se avessi consistenza di niente, / dentro la vita degli altri / forse non ci entrerei.

(Visited 13 times, 1 visits today)